ULTIMA GIORNATA- TUTTI CONTRO TUTTI

ULTIMA GIORNATA

BIANCHI

BLU

5

1

1

FILOSOFO

ROCCO

2

UTO UGHETTO

CRISTIAN

3

KUTU

FELIPE

4

FRANCESCO

GIGI SLEDGE HAMMER

5

ANDREAS VITO

ELIO

6

XABI PHILO

PASQUA

7

FULVIO

ANDREA MISTER

8

GIORGIO METAL

ENZO

9

BOLO BOLO

CLAUDIO

10

MATTE

RINO

11

ROMITZ

ER MATTEO

12

BOCA

HANDY

13

ANTONIO

LILLO

14

SEAN

HRUBESCH

15

TOMMY

FABIO

16

ROBY SCALA

FEDE

17

ALEAO

JACOPO

18

MICHELE

19

MARCATORI

BOLO BOLO 2

TOMMY 3

FEDE

BOLO BOLO -FULVIO

ELIO-CLAUDIO




                                               Il figliuol prodigo



 

Sabato ancora di stupore per chi arrivava al Baggio II invece del solito parcheggio,

come in un set di Cinecittà, ci siamo ritrovati una spianata verde con in fondo
un monte spoglio e lugubre.

Qualcuno pensava che fosse ancora il set del sabato precedente, ma quando si è

intravisto Ughetto con una lunga veste bianca e una canuta barba si è capito che

era un’altra invenzione dell’organizzatore ufficiale.

Nell’antistadio , si sentiva vociare e nell’aria si sentiva un profumo di carne alla brace,

i menestrelli bianchi Bolo e Tommy suonavano melodie calcistiche che

ammaliavano i presenti , Matte, Sean Anto e Romitz danzavano come dervisci facendo

girar la testa ai blu.

Seduto su di un muretto il Filosofo dispensava pillole di saggezza difensiva a Giorgio ,

Francesco,Kutu e Fulvio.

Il capitano mesceva vino a fiumi , Aleao serviva chili di fontina ai presenti e sotto la veste

aveva due bottiglie di genepy nel caso qualcuno avesse problemi di digestione.

Veramente una bella festa anche perché finalmente al fianco del capitano è tornato il Boca

il figlio calcistico più vecchio che lo accompagna da decenni.

Tutto filava liscio fino a quando al cancello non si palesava la figura dimessa di un ex atleta in

calzoncini ,tutti i presenti si bloccano e nel silenzio generale l’ex si fa avanti e con fare
contrito si dirige verso il padre Ughetto e genuflettendosi dice: “ Padre ho sbagliato mi
sono fatto convincere

dal sacerdote della chiesa del Padel e ho dimenticato tutte le cose belle del folbal ma
ora mi sono pentito , capisco che però non potrò essere più un tuo figlio calcistico, me
ne vado in panchina e

al limite pulisco il pallone e porto le borse”

Mentre si avviava verso la panchina Padre Ughetto lo ferma e gli dice : “ti perdono non eri lucido

e non sapevi di sbagliare , prendi la maglia bianca e mettiti a centrocampo “ rivolto ai commensali

li invitava ad uccidere il vitello più grasso ma Roby faceva presente che Hrubesch non era ancora arrivato e non si poteva.

A questo punto riprendeva la festa dei bianchi ma il più vecchio dei figli , Boca, risentito
con il padre diceva : “ Non è giusto , io sono qui da lustri a tirare la carretta ma per me
neanche un panino di Mc Donald’s!!”

Padre Ughetto abbracciandolo disse :” Il padellaro è tornato ed è giusto che lo si festeggi oggi

anche perché lo so che se ne andrà ancora mentre tu, che sei rimasto vicino in tutte le battaglie,

avrai in eredità tutto questo : portare i palloni,portare e lavare due mute di maglie, lavarle ,
fare il giro per raccattare quello che i tuoi fratelli pedatori dimenticano in giro,chiudere Gerardo nello spogliatoio e raccogliere i soldi”.

Non aveva ancora finito il discorso che il Boca era già fuggito a Buenos Aires .

Ovviamente i blu non volendo rovinare la festa ai bianchi si sono scansati come faceva il Sassuolo

con la Juve.

Nonostante fossero più forti non hanno mai impensierito gli albini e Rino, a forza di vedere
passaggi e dribbling sbagliati, prendeva i suoi e li portava sul monte in fondo alla spianata.

La salita era come una via crucis, 5 stazioni da visitare , una per ogni goal preso e in ginocchio

doveva ringraziare la Vergine e il Signore come solo lui sa fare.

Arrivati in cima anche il barettino “al Calvario “ era chiuso per cui niente birretta , che brutto sabato per Rino ma per fortuna che il giorno dopo c’è la messa …

Della partita c’è poco da dire , i bianchi hanno fatto quello che dovevano , i blu no .

Forse perchè qualcuno era sottotono , qualcun altro che giocava da solo, fatto sta che nel secondo tempo non c’è stata partita .

Certo che se Bolo te la mette proprio quando stai giocando meglio , il figliol prodigo si inventa tre lanci che ti mettono davanti alla porta,Tommy che braccato da Elio fa comunque 3 gol, forse non è solo demerito dei blu.

In classifica niente è cambiato, Tommy primo e la coppia Ugo- Filosofo che lo tallona mentre nei

goleador Tommy è ormai un pianeta di un’altra galassia.

Alla prossima con la certezza che er Matteo sarà ingrassato di parecchio dopo il derby…